La Basilica Medievale

Di fronte al Palazzo del Comune, in posizione strategica, oltreché panoramica, la medievale chiesa di sant'Oliva, dedicata alla vergine di Anagni, patrona della città di Cori, fu eretta sui resti di un tempio pagano e rappresenta uno degli esempi più significativi di ampio e consapevole reimpiego di materiali di età romana. Le colonne e i pilastri, che scandiscono lo spazio interno in quattro navate, dando al visitatore l'impressione di entrare in una cripta, sono infatti realizzati rimettendo in opera antichi rocchi di colonne, basi attiche, capitelli corinzi e ionici, e blocchi di lesene scanalate.

 L'impianto basilicale a cinque navate (forse tre in origine), appare oggi variamente alterato da cospicui interventi edilizi, già medievali (la torre campanaria), ma soprattutto rinascimentali (l'appartamento cardinalizio al piano superiore, l'oratorio del Crocefisso e la sagrestia).

Una recente e suggestiva ipotesi ricostruttiva delle fasi di vita del complesso ha suggerito la possibilità che la basilica più antica (XII secolo), con planimetria forse del tutto coincidente con quella del podio templare, sia stata ampliata, nel corso del XIII secolo, con l'aggiunta delle navatelle laterali, del campanile e del curioso ingresso gemino, oggi tamponato e sostituito dal portale cinquecentesco. La tripartizione della nave centrale, per sostenere la domus cardinalizia al piano superiore, e la demolizione della navatella occidentale, per far posto all'oratorio del Crocefisso, rappresenterebbero invece gli ultimi e più significativi interventi sullo scorcio del XV secolo.

 Del programma decorativo più antico sono giunti fino a noi l'affresco di Cristo tra evangelisti all'inizio della navatella orientale e il San Cristoforo della parete di destra, di cui rimangono soltanto le due gambe immerse nel fiume con alcuni pesci.

Il campanile con cortina bicroma in blocchetti di calcare e tufelli conserva ancora la bella campana bronzea fusa dai maestri Lorenzo e Pietro Statii nel 1300, l'anno del primo giubileo della storia.

 

Bibliografia
P. F. Pistilli, Il trasferimento entro le mura. Ambrogio Massari e il santuario medievale di S. Oliva, in D. Palombi, P. F. Pistilli (a cura di), Il complesso monumentale di Sant'Oliva a Cori. L'età romana, medievale, rinascimentale e moderna, Tolentino 2008, pp. 64-85

Descrizione immagine
Descrizione immagine